Servizio Revisione

La vigilanza di tutte le forme di società cooperative e loro consorzio è attribuita dal Ministero delle Attività Produttive alle Associazioni nazionali di rappresentanza del movimento cooperativo, tra cui Confcooperative.

Queste ultime sono competenti ad esercitare la vigilanza con le modalità previste dalle norme introdotte dal Dlgs.220/2002. Lo strumento attraverso il quale si esercitano i controlli è la revisione cooperativa, le cui risultanze sono riportate dal revisore incaricato, in apposito verbale.

Le verifiche accertano, tra l'altro, l'osservanza delle norme legislative, statutarie e mutualistica, il regolare funzionamento amministrativo, nonchè la corretta applicazione dei regolamenti interni e dell'istituto del ristorno.

La revisione deve inoltre verificare la sussistenza dei requisiti di prevalenza come disposto dalla normativa civilistica e la corretta iscrizione all'Albo Nazionale delle cooperative.

La nuova legislazione ha conferito al revisore abilitato, appositamente formato, un ruolo primario di notevole responsabilità in quanto si propone come valido aiuto e figura di riferimento nel fornire agli organi direttivi e amministrativi importanti suggerimenti per migliorare la gestione della cooperativa.